Le Caldaie - Rivendita Materiali Edili - Frandi

Le Caldaie Frandi

In un impianto di riscaldamento, la caldaia rappresenta il dispositivo dove viene bruciato il combustibile allo scopo di produrre il calore che successivamente deve essere distribuito negli ambienti. Di solito questo calore serve per innalzare la temperatura di acqua circolante nell’impianto, che presuppone la presenza di radiatori oppure di elementi a pavimento. Frandi dispone di una vasta offerta di caldaie ognuna dotata delle caratteristiche più rispondenti alle tue esigenze.

Quali sono i componenti della caldaia?

La caldaia consiste in un’apparecchiatura molto complessa, i cui componenti principali sono:
– bruciatore;
– scambiatore di calore;
– pannello di controllo.

Il bruciatore è la parte della caldaia dove i prodotti combustibili (legna, gasolio oppure gas) innescano il processo di combustione, tramite cui viene prodotto il calore in grado di riscaldare l’acqua contenuta a livello dello scambiatore. Per garantire la massima efficacia, il bruciatore deve essere predisposto per garantire una distribuzione uniforme della fiamma e una massima resistenza a stress di natura meccanica o termica. Un aspetto di notevole rilevanza è anche quello delle emissioni inquinanti che, nei modelli più perfezionati, sono ridotte al minimo. I bruciatori delle caldaie di ultima generazione si distinguono per un funzionamento modulabile a seconda del fabbisogno individuale; questo fatto comporta una decisa riduzione dei consumi e dell’inquinamento ambientale. Lo scambiatore è giustamente considerato come il nucleo principale della caldaia, il cui compito è quello di trasmettere il calore all’acqua presente nell’impianto. Quanto più è efficiente lo scambiatore, tanto maggiori sono le sue prestazioni funzionali, compreso anche il risparmio energetico, che attualmente costituisce un fattore di fondamentale importanza. Se lo scambiatore funziona al meglio, la quantità di combustibile necessaria per riscaldare l’acqua si riduce notevolmente e quindi anche le spese diminuiscono. Nella maggior parte dei modelli, lo scambiatore funziona ottimizzando la condensazione del vapore acqueo prodotto dai gas di combustione, grazie al fatto di essere realizzato in acciaio inox, un materiale dalle elevate prestazioni funzionali e particolarmente resistente alla corrosione. Quando una caldaia è dotata di un efficiente sistema di regolazione, la gestione di tutto l’impianto di riscaldamento diventa ottimale. Mediante il pannello di controllo è possibile regolare la funzionalità della caldaia, quella dei componenti dell’impianto e la gestione di tutte le opzioni ad essi collegate. Le impostazioni prevedono l’impiego di un menù di base visibile su un display, le cui dimensioni devono garantire contrasto e chiarezza. Spesso è presente la notifica automatica di eventuali guasti tecnici che vengono segnalati dall’accensione di spie luminose intermittenti. I più perfezionati display touchscreen retroilluminati assicurano ottime prestazioni, con chiare indicazioni dell’operatività dell’impianto. In alcuni modelli è prevista l’opzione di telecontrollo che consente la gestione a distanza della caldaia attraverso specifiche app scaricabili si smartphone o tablet. Questo genere di controllo remoto è particolarmente utile nei contesti domestici, per ottimizzare i consumi durante l’arco della giornata.

Che tipo di caldaia scegliere?

Frandi offre diversi tipi di caldaie per uso domestico a seconda delle tue esigenze:
– caldaia a condensazione a gas;
– caldaia a condensazione a gasolio;
– caldaia a legna;
– caldaia a fiamma inversa.

Le caldaie a condensazione a gas rappresentano la soluzione ideale per quasi tutti gli impianti di riscaldamento; i modelli di ultima generazione sono spesso dotati anche della predisposizione per il collegamento a eventuali pannelli solari. Grazie alle loro specifiche tecniche, queste caldaie sono in grado di recuperare la quasi totalità di calore per riutilizzarlo. I modelli di caldaie a condensazione a gas sono di solito murali, oppure compatte quando le esigenze salva-spazio diventano predominanti. Se l’esigenza principale è quella del basso consumo vengono spesso impiegati modelli a basamento, la cui efficienza è molto elevata. Le caldaie a condensazione a gasolio sfruttano il calore derivante dalla combustione del gasolio, servendosi dell’energia termica derivante dal vapore acqueo. La differenza con i modelli precedenti dipende unicamente dal tipo di combustibile dato che il meccanismo d’azione è molto simile, essendo basato in entrambi i casi sulla condensazione. Le caldaie a legna costituiscono una valida alternativa ecologica e decisamente più economica rispetto alle tipologie a gas o gasolio. Oltre al legno, queste caldaie sono alimentate con pellet, un materiale combustibile in grado di offrire un massimo livello di rendimento con una spesa decisamente contenuta. Particolarmente diffuse grazie alle loro caratteristiche funzionali, questi dispositivi mostrano il grande vantaggio di utilizzare materiali combustibili molto leggeri, facilmente impilabili ed economici. Le caldaie a fiamma inversa, o a biomassa, sono caratterizzate dal fatto che la fiamma si sviluppa dall’alto verso il basso e utilizzano materiali lignei come alimentazione. Il principale vantaggio di questi apparecchi dipende dal fatto che si può riempire completamente di legna il bruciatore senza che essa venga bruciata contemporaneamente. Un carico di legna è consumato in alcune ore e il calore prodotto rimane nell’accumulatore termico fino al momento in cui viene trasferito all’impianto. Lo scambio termico di queste apparecchiature è particolarmente efficiente e i costi di gestione risultano piuttosto contenuti.