fbpx

La scelta dei sanitari oggi è resa ricca da una possibilità di scelta, in termini di forme e dimensioni particolarmente ampia, ma per non sbagliare è sufficiente tenere in considerazione alcune semplici regole.

Innanzitutto è fondamentale tenere conto delle dimensioni del bagno per garantire alcuni spazi minimi di manovra consigliati, come ad esempio lo spazio tra vaso e bidet, che deve essere minimo di 20 cm. Lo spazio minimo tra bidet e un altro oggetto deve essere minimo di 20cm, mentre ne bastano 15 tra vaso e altro oggetto. Inoltre lo spazio frontale rispetto ai sanitari deve essere almeno di 50cm. Le dimensioni standard dei sanitari sono circa 40cm di larghezza e 60cm di lunghezza, anche se sul mercato ci sono oggi oggetti di dimensioni variabili per permettere l’adattamento a bagni di dimensioni anche molto piccole. In quest’ultimo caso possiamo orientarci verso la scelta dei modelli cosiddetti salvaspazio, di dimensioni che arrivano in lunghezza fino ai 45/48cm e sono adatti a bagni stretti e lunghi, comei bagni di servizio o quelli degli ospiti.

La scelta successiva è tra sanitari sospesi o a pavimento. I primi sono esteticamente più “agili” e permettono inoltre manovre di pulizia più agevoli oltre ad evitare giunzioni a terra e relativi problemi. I secondi invece permettono un risparmio maggiore al momento dell’acquisto ed anche una posa più facile.

Se i sanitari si installano in un bagno già esistente e non si vogliono modificare gli impianti è necessario tenere conto della posizione della colonna di scarico per verificare lo spazio disponibile e la relativa scelta. Ovviamente i sanitari sospesi possono essere scelti solo ove lo scarico è posizionato a parete e non a pavimento. I sanitari filo parete si adattano invece a qualsiasi posizione dello scarico, anche se più costosi dei relativi modelli “standard”.